Print bookPrint book

Assistenti alla comunicazione

Site: Piattaforma ISSR
Course: Piattaforma ISSR
Book: Assistenti alla comunicazione
Printed by:
Date: Saturday, 8 August 2020, 11:10 PM

1. Corso Assistente alla Comunicazione

Modulo d'iscrizione

Il Corso per Assistente alla comunicazione consente di acquisire abilità e competenze che permetteranno di ricoprire un ruolo da mediatore rispetto alla comunicazione e alle relazioni tra l’alunno disabile sensoriale, la classe e i docenti.

La figura dell’assistente alla comunicazione è stata introdotta per la prima volta dal legislatore con la legge quadro sull’handicap n. 104/1992 attraverso l’art. 13, comma 3 ai sensi del quale il servizio di «[…] assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali […]» è posto a carico degli Enti locali.

Tali enti hanno l’obbligo di fornire questo operatore, nelle scuole di ogni ordine e grado, in presenza di alunni con:

  • - disabilità fisiche o psicofisiche che comportino un handicap nella sfera dell’autonomia, della comunicazione e della relazione;
  • - disabilità sensoriali (sordità, cecità, sordocecità).

L’Assistente all’autonomia e alla comunicazione è in grado di operare con studenti sordi attraverso strategie, modelli di comunicazione e strumenti volti a favorire processi di integrazione, relazionali e di apprendimento. Nello svolgere il suo compito, questa figura professionale si rapporta necessariamente con gli altri operatori del contesto classe (insegnante di sostegno, insegnanti curriculari, AEC/OEPA). La collaborazione tra le varie figure, lo scambio di competenze specifiche e la gestione positiva di eventuali conflitti – insiti in qualunque dinamica relazionale – diventano punti fondamentali per favorire il processo di integrazione dello studente sordo a scuola.

L'Assistente per l'autonomia e la comunicazione è un operatore (sordo o udente) dotato di specifica formazione (anche) sulla disabilità uditiva, con compiti di:

  • - facilitazione della comunicazione fra l’alunno, i docenti e i compagni di classe
  • - veicolazione delle informazioni e dei contenuti didattici.

Le situazioni in cui questa figura si trova a operare possono essere molto diversi fra loro. Ad esempio: alunni con sordità sindromica o con sordità “pura” ; studenti “segnanti” (in quanto educati attraverso il bilinguismo Italiano-LIS, o il metodo bimodale) o “non segnanti”; alunni con deficit differenti.

Per questo motivo, l’assistente alla comunicazione dovrà essere dotato di un bagaglio formativo ampio e diversificato.

Le sue competenze possono essere così sintetizzate:

  • - buona conoscenza della lingua dei segni
  • - capacità di fungere da ripetitore labiale
  • - padronanza di strategie e tecniche specifiche che possano facilitare l’accesso ai contenuti (come, ad esempio, la Comunicazione Aumentativa Alternativa”, i supporti informatici e i software didattici).
La finalità principale che il corso si propone è di formare adeguati professionisti in grado di offrire un servizio di Assistenza alla autonomia e alla comunicazione ad alunni con disabilità sensoriale uditiva e a bambini e ragazzi con particolari patologie o sindromi che si trovano in una situazione di difficoltà comunicativa.

Vai avanti

2. Obiettivi del corso

Gli obiettivi principali sono:

  1. acquisire strategie educativo-didattiche per garantire adeguata comunicazione e passaggio di informazioni tra l’alunno sordo e le altre figure del contesto scolastico 
  2. incrementare le competenze in lingua dei segni, nello specifico quelle legate al contesto scolastico
  3. imparare a scegliere il registro linguistico più efficace adattandolo alle esigenze e
  4. competenze comunicative dell’alunno che si ha di fronte
  5. allenare le capacità di lettura/ripetizione labiale
  6. acquisire conoscenze relative alla pedagogia speciale
  7. acquisire competenze di base in ambito psicologico, migliorare le strategie relazionali fondamentali nel lavoro con l’alunno e, in generale, nel contesto scolastico
  8. approfondire le conoscenze relative all’organizzazione del percorso scolastico per un alunno disabile

Vai avanti

3. Metodologia didattica

Il corso è di carattere pratico e prevede un impegno di 520 ore. Le lezioni sono tenute sia in Lingua Italiana che in Lingua dei Segni Italiana-LIS.

Durante le attività didattiche i corsisti saranno coinvolti in laboratori (creazione di materiali), simulazioni, role plaing, giochi d’aula.

Le lezioni frontali si svolgono principalmente in un’aula dotata di PC, LIM, sedie mobili e idonei ausili (libri scolastici, materiali di cancelleria, cartellonistica, etc). Alcune lezione possono svolgersi in aula informatica o in sala seminari.

È previsto un monte ore di studio a distanza in modalità e-learning, utilizzando la piattaforma. In queste ore il corsista è tenuto a creare e caricare in piattaforma brevi video o documenti, seguire eventuali lezioni on-line, portare a termine le esercitazioni previste. Per alcune di queste attività è stabilita una scadenza, oltre la quale non sarà più possibile effettuare modifiche.

 

Le lezioni in presenza si svolgono secondo il calendario prestabilito. Tuttavia alcune lezioni potrebbero svolgersi in giorni e orari diversi (comunicati con largo anticipo). Alcuni moduli didattici potrebbero essere aperti anche a persone non iscritte al corso (corsisti di edizioni precedenti, iscritti ad altri percorsi formativi organizzati dall’ISSR).

L’ISSR si riserva la facoltà – se strettamente necessario – di effettuare sostituzioni di docenti e/o cambi di lezioni al solo fine di garantire l’avanzamento della didattica, preservando il monte ore totale e la qualità dell’offerta formativa.


Vai avanti

4. Piattaforma Moodle

L'ISSR supporta tutte le fasi di realizzazione del corso in modalità blended learning. Moodle sarà utilizzata: per inviare/ricevere comunicazioni, per caricare video di autovalutazione, per consegnare elaborati, come deposito per i materiali didattici disponibili ai corsisti, per scambiare informazioni tra iscritti.

Indirizzo piattaforma: http://piattaforma.issr.it/


Ciascun corsista è tenuto a registrarsi seguendo le indicazioni ricevute ad inizio corso.

Vai avanti

5. Programma

Le 520 ore previste dal percorso formativo sono suddivise nel seguente modo:

-       Lezioni in presenza (300 ore)

-       Lezioni e attività fruibili in piattaforma (140 ore)

-       Stage presso istituzioni scolastiche ed educative convenzionate (80 ore)[1]

 

organizzate come segue:

-       Attività di presentazione

-       Lezioni pratico/laboratoriali

-       Lezioni teoriche

-       Potenziamento delle competenze propedeutiche al lavoro come Assistente

-       Attività in piattaforma

-       Stage

-       Valutazioni intermedie ed esame



[1] Si precisa che la possibilità di effettuare il tirocinio è legata alla disponibilità di accesso alle strutture: potrebbero verificarsi difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19.

Vai avanti

5.1. Attività di presentazione

Il percorso formativo prevede una prima lezione introduttiva in cui verranno illustrati obiettivi e modalità del corso. Verranno inoltre spiegate funzioni e modalità di utilizzo della piattaforma. Durante l’anno sono inoltre previste delle attività di feedback circa l’andamento del corso, sia in presenza che a distanza.

Vai avanti

5.2. Lezioni pratico/laboratoriali

La didattica sarà organizzata in maniera tale da toccare tutti gli ordini e gradi scolastici: scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo e secondo grado. Queste lezioni hanno carattere prettamente pratico o laboratoriale, in modo da permettere al corsista di sperimentarsi attivamente sotto la supervisione di docenti esperti.

Rientrano in quest’area le lezioni di:

Lezioni tenute da docenti sordi madrelingua. L’attività didattica mira ad esercitare la capacità del corsista di scegliere il registro linguistico di volta in volta più appropriato, di migliorare la capacità espressiva e incrementare il lessico settoriale in relazione ai seguenti argomenti: 

-       Italiano

-       Storia

-       Geografia

-       Matematica e geometria

-       Scienze e biologia

-       Chimica

-       Arte

-       Religione

Lezioni tenute da assistenti alla comunicazione e docenti che da anni lavorano nel contesto scolastico a contatto con alunni sordi. L’attività in classe prevede:

-       presentazione di materiale già utilizzato nella didattica rivolta a sordi

-       spiegazione dei programmi ministeriali dei vari gradi scolastici

-       esercizi pratici di adattamento di testi, operazioni di riscrittura, scelta appropriata di immagini, creazione mappe concettuali

-       creazione di materiali ed elaborati

Vai avanti

5.3. Lezioni teoriche

Oltre alle lezioni già illustrate, il percorso formativo prevede lezioni teoriche di natura trasversale, distribuite per l’intera durata dell’anno. Una parte di questi argomenti sarà affrontata attraverso appositi moduli didattici fruibili in piattaforma (in modalità off-line): per questi argomenti è comunque prevista una seconda parte che prevede interazione e feedback con il docente (on line o in presenza)Gli argomenti affrontati vengono suddivisi in quattro aree, e nello specifico:

-       Rapporto tra assistente alla comunicazione e la famiglia dell’alunno sordo

-       Comunicazione, ascolto attivo, CNV, assertività

-       Gestione delle relazioni e delle dinamiche conflittuali in classe

-       Stress e burn-out nel contesto classe: fattori idi rischio e di protezione

-       Tipologie e caratteristiche delle principali sindromi associate alla sordità

-       Il bambino sordocieco e la LIS tattile

-       Pedagogia speciale: nozioni teoriche, modelli e strumenti per l’osservazione

-       La didattica rivolta ad alunni sordi: strategie di insegnamento

-       Il lavoro a scuola con alunni sordi stranieri

-       Principali difficoltà nella scrittura delle persone sorde

-       Metodologie per l'insegnamento della lingua straniera

-       Il software didattico: le mappe concettuali

-       Didattica multimediale: tecniche di sottotitolazione

-              Mediazione comunicativo-linguistica: tecniche e strumenti per facilitare la comunicazione con alunni sordi con altre disabilità.

-              Comunicazione Aumentativa  Alternativa

-              Logogenia

-              Lettura e ripetizione labiale

-              Alunni sordi con protesi o impianto cocleare

-         Impianto educativo: normativa scolastica e applicazione pratica a scuola

-         Assistente all’autonomia e alla comunicazione: profilo giuridico

-         Diritti socio assistenziali a beneficio delle persone sorde

-         Progettare interventi di integrazione in ambito scolastico

-         Etica e deontologia professionale
Vai avanti

5.4. Potenziamento delle competenze propedeutiche al lavoro come Assistente

In quest’area rientrano le attività a carattere pratico volte a rinforzare competenze propedeutiche nel lavoro dell’assistente alla comunicazione, quali:

  • - capacità di ascolto/lettura e comprensione

  • - selezione delle informazioni principali

  • - competenze grammaticali e sintattiche

Vai avanti

5.5. Attività in piattaforma

Ciascun corsista è tenuto a portare a termine alcuni compiti o attività fruibili attraverso la piattaforma, quali:

  • - visione di filmati e compilazione del relativo questionario

  • - esercizi di potenziamento di competenze propedeutiche

  • - creazione e inserimento di video LIS

  • - creazione e inserimento di elaborati

  • - compilazione questionari

  • - visualizzazione materiali di approfondimento

Vai avanti

5.6. Stage

Gli iscritti potranno mettere in pratica la formazione ricevuta mediante l’inserimento in

classe al fianco di assistenti con comprovata esperienza nel settore.

Lo stage, di natura osservativa e/o partecipativa, sarà effettuato presso le scuole in convenzione con l'ISSR (nella misura in cui sarà possibile garantire in sicurezza l’accesso agli edifici scolastici a seguito dell’emergenza da Covid-19). In piattaforma, nella sezione dedicata, è possibile consultare l’elenco delle scuole con le quali è già attiva la convenzione.

È inoltre possibile effettuare l’esperienza di tirocinio in sedi indicate dallo stesso corsista: in questi casi l’ISSR stipulerà una convenzione con la scuola, avendo prima verificato la presenza dei requisiti richiesti.

Lo stage prevede quindi la compilazione della relativa documentazione:

  • - una convenzione tra ente ospitante (scuola) e ente proponente (ISSR)
  • - un vademecum contenente diritti e doveri dei tre attori coinvolti (ente ospitante, ente proponente, tirocinante)
  • - un progetto formativo per ciascun tirocinante, contenente i dati dei due tutor nominati, in sede (scuola) e presso l’ISSR

Ciascuno studente è tenuto a produrre una tesina in cui affronta anche l’esperienza di stage.

Vai avanti

5.7. Valutazioni intermedie ed esame

Durante il corso sono previste delle verifiche intermedie che possono riguardare:

  • - lavoro sul brano: adattamento del testo (facilitazione o semplificazione), ricerca immagini, creazione mappe concettuali, etc.
  • - produzione in LIS: ogni corsista deve segnare il contenuto del testo a lui affidato.

Tutte le votazioni contribuiranno alla formulazione del giudizio finale. 

Gli iscritti che durante l’anno di corso mostrano difficoltà nell’apprendimento e nella produzione dei materiali previsti verranno subito contattati. Per accedere all’esame finale ciascun corsista deve avere riportato valutazioni positive in tutte verifiche intermedie.

L’esame finale si svolgerà al temine delle lezioni e prevederà:

  • - test a scelta multipla sugli argomenti trattati durante l’anno di corso
  • - prova pratica di adattamento testo (saranno fornite precise indicazioni sulla situazione dello studente per cui si adatta il testo)
  • - colloquio in LIS

Il giudizio finale sarà formato, oltre che dal voto dell’esame, anche dall’insieme delle

valutazioni ottenute durante l’anno.

Vai avanti

5.8. Calcolo delle assenze

È consentito entrare al massimo 15 minuti dopo l’inizio della lezione: in questo caso non verrà segnata l’assenza. È consentito un numero massimo di assenze pari al 20% sul totale del corso (escluso il tirocinio e piattaforma).

Per il tirocinio saranno certificate solo le ore effettivamente svolte. Le presenze saranno controllate direttamente dai docenti.

6. Scadenze e modalità di pagamento

Il costo complessivo del corso è di € 1800.00 suddivisibile in rate così ripartite:

La quota d'iscrizione pari ad € 400,00 caparra da versare solo dopo aver ricevuto la comunicazione di avvenuta formazione della classe ( verrà restituita solo ed  esclusivamente nel caso in cui la classe non dovesse attivarsi).

-  1° rata pari a € 350,00 da versare entro   30 giorni dall'inizio del corso (Annuale) /   60 giorni (Classe WE)

-  2° rata pari a € 350,00 da versare entro   60 giorni dall'inizio del corso (Annuale) / 120 giorni (Classe WE)

-  3° rata pari a € 350,00 da versare entro   90 giorni dall'inizio del corso (Annuale) / 180 giorni (Classe WE)

-  4° rata pari a € 350,00 da versare entro 120 giorni dall'inizio del corso (Annuale) / 240 giorni (Classe WE)

 

BANCO POSTA IBAN IT13I0200805109000105439076 

intestato: Istituto Statale per Sordi 

causale : Corso Assistenti alla comunicazione a.s. aa/aa 

Versata la quota, la copia della ricevuta di avvenuto pagamento dovrà essere inviata all'Istituto in una delle seguenti modalità: - via e-mail (corsoassistenti@issr.it), scannerizzando la ricevuta - via fax (06 44240638) - consegna di persona in segreteria - consegna in piattaforma 

 Chi non è in regola con il pagamento e non rispetta le scadenze sarà sospeso dalla frequenza delle lezioni e non sarà ammesso all’esame finale

Modulo d'iscrizione

Vai avanti

7. Sede del corso

Le lezioni si terranno presso i locali dell'Istituto Statale per Sordi di Roma, 

Via Nomentana, 56 00161 Roma RM

Vai avanti

8. Contatti

E-mail: corsoassistenti@issr.it

Cel. 3341353302 (smart working)

Telefono: 06/44240194 – 06/44240311

Cellulare: 334 1353302   

Responsabile Formazione ISSR: Dott.ssa Katia Spampinato

Coordinatori del corso: Dott.ssa Elena Mele, Dott. Mariano Francesco Ciaccio

Piattaforma Moodle: Dott. Mariano Francesco Ciaccio