Print bookPrint book

Mediavisuale

Site: Piattaforma ISSR
Course: Piattaforma ISSR
Book: Mediavisuale
Printed by:
Date: Sunday, 17 November 2019, 5:52 AM

1. Descrizione

La Mediavisuale è uno spazio aperto a chiunque voglia puntare su istruzione, cultura e sapere quali strumenti utili per affrontare la vita e migliorare il proprio benessere. Un luogo dove convivono due lingue belle e capaci di esprimere pienamente chi le usa, dove persone di qualsiasi età, sia sorde sia udenti, possono veder garantito il proprio diritto a partecipare in piena uguaglianza alla vita culturale.

Questo spazio a disposizione dei cittadini vuole essere quindi l’espressione di un diverso modo di intendere la cultura fatto di accessibilità, partecipazione, condivisione e interazione fra i numerosi codici espressivi di una società multiculturale.

La Mediavisuale è un centro di documentazione sulla sordità e un laboratorio di sperimentazione per l’accessibilità e l’uso delle nuove tecnologie nella didattica e nella comunicazione con persone sorde che opera in sinergia con il mondo della scuola e della cultura.Raccoglie un significativo patrimonio librario specializzato sulla sordità, un archivio documentario risalente alla metà del XIX secolo, un catalogo di materiali multimediali per la didattica e numerosi prodotti culturali in lingua dei segni (soprattutto in LIS ma non solo!), libri, fumetti e albi illustrati con font ad alta leggibilità utili per facilitare la lettoscrittura.

Siamo un luogo di socializzazione e condivisione grazie a uno spazio coworking e all’organizzazione, presso il nostro centro, di laboratori, attività ricreative ed eventi – sempre  accessibili alle persone sorde – tra cui il Festival Internazionale del Cinema Sordo, CINEDEAF(www.cinedeaf.com).



Vai avanti

2. Informazioni

La Mediavisuale è aperta al pubblico nei giorni feriali. Dal 1 al 31 agosto, dal 23 dicembre al 7 gennaio e nei giorni di chiusura dell’ISSR il Centro di documentazione rimarrà chiuso.

Per accedere ai nostri servizi, ai nostri spazi e a tutti i materiali è necessario iscriversi e accettare il regolamento. In questa pagina trovate anche ulteriori informazioni utili per conoscere le principali collaborazioni realizzate durante la nostra attività e la storia del nostro centro di documentazione


Per accedere alla Mediavisuale e usufruire dei servizi è obbligatoria l’iscrizione che si effettua presentando un documento valido e compilando l’apposito modulo.

 Per i minori è richiesta la firma del genitore o di un loro sostituto, i minori di 14 anni possono accedere ai servizi solo se accompagnati da un adulto.

 L’iscrizione comporta l’accettazione del regolamento, è gratuita e ha validità di un anno.

Biblioteca “E. Antinoro Pizzuto”, Archivio Storico, Mediateca. Raccoglie materiale dal XVIII secolo a oggi. Il patrimonio documentario è composto da materiale di proprietà dell’Istituto e da materiale gestito in comodato d’uso – Fondo Volterra, Fondo ISTC-CNR, Fondo Fabbretti, Fondo Pizzuto, Fondo Bellocchio – e si compone principalmente di monografie, riviste e letteratura per ragazzi dedicate al mondo dei sordi e alla loro istruzione. All’interno del patrimonio si distinguono tre tipologie di materiale: materiale antico o raro del fondo storico sedimentatosi a partire dalla fondazione dell’Istituto nel 1784, testi scientifici, materiale didattico e libri per ragazzi, con particolare attenzione al visivo. L’Archivio Storico e di Deposito dell’ISSR (ASISSR), formatosi a partire dal primo Ottocento, è oggi in parte conservato dall’Istituto stesso e in attesa di riordino. L’ASISSR conserva oltre 40 metri lineari di documenti di varia natura che coprono un arco cronologico compreso tra il 1825 e gli ultimi anni del Novecento. Completano l’ASISSR oltre mille fascicoli personali relativi agli esami audiometrici effettuati presso il Centro Audiologico, aperto nell’Istituto nel 1958 e funzionante fino alla fine degli anni ’80, ancora oggi aventi validità per il riconoscimento dello stato di invalidità civile e sordità (Per richieste e informazioni sui documenti personali relativi agli esami audiometrici scrivere a biblioteca@issr.it). 

 La raccolta di materiale multimediale è composto da circa 600 unità tra dvd a carattere educativo, divulgativo e informativo accessibili, in lingua dei segni e/o sottotitolati, cortometraggi e film realizzati da registi sordi, software didattici. Sono disponibili postazioni multimediale per consultare i materiali, compreso il Fondo Cinedeaf che costituisce, attualmente, la più importante raccolta italiana di opere di Cinema Sordo. 

 Sala “Fabrizio Bellocchio”. Dedicata interamente al fumetto, grazie alla collaborazione con l’Associazione Fabrizio Bellocchio Onlus, questa sala è intestata a Fabrizio Bellocchio come riconoscimento al patrimonio umano e culturale lasciatoci da chi, attraverso l’arte e l’impegno civile, non si è mai arreso di fronte alla disabilità e all’esclusione. 

 Raccoglie un fondo per ragazzi contenente principalmente testi ad alta leggibilità, fumetti ed editoria specializzata nei linguaggi visuali. 

 In questo spazio sono presenti residui del fondo scolastico ancora in via di riordino e catalogazione (circa 3.000 documenti bibliografici) e si svolgono le principali attività dedicate ai bambini e agli adolescenti sordi e udenti. 

  Sala Conferenze. Spazio polifunzionale dedicato a eventi culturali, proiezioni, incontri, seminari, presentazioni dei libri e mostre fotografiche. È possibile richiedere l’utilizzo di questo spazio prendendo contatto con il dipartimento (mediavisuale@issr.it). 

 Sala Riprese Video. Spazio attrezzato per la realizzazione di video-riprese. Questo spazio è dedicato alla produzione dei video comunicati in lingua dei segni e al montaggio delle videoriprese degli eventi. È possibile richiedere l’utilizzo di questo spazio nelle modalità qui indicate (link dipartimento tecnico). 

 Laboratorio informatico. Spazio dotato di 15 postazioni pc, utilizzato per le attività di formazione in presenza, a distanza e blended-learning e per lo studio, con particolare attenzione per le richieste presentate dalle scuole. È possibile richiedere l’utilizzo di questo spazio prendendo contatto con il dipartimento (mediavisuale@issr.it).

L’idea della Mediavisuale, così come è oggi, nasce nel 2003 quando l’Istituto Statale per Sordi di Roma inizia a intercettare le potenzialità e i bisogni legati alle “nuove tecnologie” per la didattica e la comunicazione delle persone sorde. La numerosità delle richieste in tal senso ha trovato risposta inizialmente attraverso un progetto specifico per la raccolta di materiali multimediali accessibile da affiancare alle fonti tradizionali. 

 Poi, nel 2004, la Mediavisuale si è trasformata in un servizio aperto al pubblico grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Roma e successivamente, nel biennio 2006 – 2008, con il sostegno di Fondazione Vodafone Italia.

 In questi anni il catalogo multimediale è cresciuto, anche grazie all’organizzazione del Festival Internazionale del Cinema Sordo CINEDEAF, e dal 2012 Biblioteca, Archivio Storico e Mediateca si sono riunite, anche fisicamente, in un unico Centro di Documentazione sulla Sordità denominato appunto ‘Mediavisuale’ che attualmente colleziona una delle principali raccolte tematiche sulla sordità nel nostro Paese.

 Grazie alla dotazione di tecnologie, alla ricerca e all’aggiornamento, abbiamo tenuto workshop e laboratori, convegni ed iniziative educative e culturali, sempre nel segno dell’accessibilità.

Durante la sua attività la Mediavisuale ha attivato numerose collaborazioni con enti, pubbliche amministrazioni, organizzazioni, centri culturali, associazioni e imprese sociali. Tra i partner con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare:

 MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo; MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma; Centro per i Servizi Educativi MiBACT; Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo; Regione Lazio; Municipi II e VIII di Roma Capitale; UNICEF; Save the Children; Telefono Azzurro; RAI – Segretariato Sociale; Comunità Radiotelevisiva Italofona; Scuola 173° circolo didattico ISISS Magarotto; Università degli Studi “Sapienza” di Roma; Università degli Studi di Cassino; Università di Roma Tre; Università Ca’ Foscari – Venezia;Archivio Fo-Rame; Istituto Giapponese di Cultura; Ambasciata Americanaa Roma; Associazione Italiana di Storia Orale; Noi Donne; Casa Editrice Sinnos; Associazione Fabrizio Bellocchio. 

 Collaboriamo inoltre assiduamente con le principali realtà che si occupano di sordità in Italia.

Vai avanti

2.1. Regolamento

Regolamento del Centro di Documentazione sulla sordità “Mediavisuale” dell’Istituto Statale per Sordi

  1. Finalità, obiettivi generali e destinatari

Il Centro di Documentazione“Mediavisuale”, d’ora in avanti denominato Mediavisuale, è un servizio dell’Istituto Statale per Sordi. Si pone l’obiettivo di fornire alla cittadinanza un servizio culturale adeguato alle aspettative delle nuove generazioni e al tempo stesso si orienta ai desideri di conoscenza delle fasce sociali fragili, persone sorde prima di tutto, ma anche qualsiasi persona interessata alle possibilità che le moderne tecnologie possono offrire per l’accesso al patrimonio culturale e alla ricchezza della lingua dei segni e della cultura sorda.

  1. Modalità di iscrizione e accesso ai servizi

L’accesso ai servizi della Mediavisualeavviene previa compilazione del modulo di iscrizione e sottoscrizione per accettazione delle condizioni previste dal regolamento e delle responsabilità che conseguono in caso di mancato rispetto di quanto da esso previsto.

Per l’iscrizione è necessario presentare un documento di identità in corso di validità.

Per i minori l’iscrizione viene richiesta da un genitore o da chi ne fa le veci e dovrà essere rinnovata dall’interessato\a al raggiungimento della maggiore età. La richiesta di iscrizione deve essere corredata di una fotocopia del documento di identità di chi firma.

I dati anagrafici degli utenti saranno trattati nel rispetto delle norme vigenti sulla privacy[1]e utilizzati esclusivamente per motivi concernenti la gestione e l’erogazione dei servizi e la relativa informazione.

  1. Condizioni di utilizzo degli spazi, delle attrezzature e dei materiali

Art.1) Prima di entrare nei locali della Mediavisualel’utente potrà essere invitato a depositare all’ingresso borse, cartelle o altri oggetti che per la loro natura non siano consentiti.

Art.2) Nei locali della Mediavisualeè rigorosamente vietato a tutti:

parlare ad alta voce, disturbare gli altri utenti e tenere un comportamento non consono al luogo; entrare o trattenersi nelle sale o nei luoghi in cui non è consentito l’accesso al pubblico; introdurre supporti ottici, programmi e, in genere, software di qualsiasi natura, senza la preventiva e obbligatoria autorizzazione del personale responsabile della struttura; manipolare o utilizzare i beni o gli strumenti della struttura per fini diversi da quelli per cui si è ottenuta l’autorizzazione all’uso; effettuare copie, anche parziali, di software e, in generale, di tutto il materiale messo a disposizione; installare e utilizzare qualsiasi tipo di software personale anche se in possesso di licenza senza l’espressa autorizzazione e la diretta assistenza del personale Responsabile della Mediavisuale; utilizzare PC portatili propri e qualunque altro strumento senza previa autorizzazione del personale addetto; cancellare qualsiasi tipo di dati; modificare o alterare i parametri di configurazione dei PC o eseguirvi operazioni che vadano al di fuori del normale utilizzo consentito; trattenersi nei locali oltre il periodo espressamente previsto per l’accesso al pubblico.

Art.3) Chiunque trasgredisca le norme dettate dal presente Regolamento o turbi la quiete o il naturale funzionamento della struttura può essere escluso, temporaneamente o definitivamente, dalla frequenza. Fatta salva ogni responsabilità civile o penale, chi si rende colpevole di sottrazione o, intenzionalmente, di manomissioni alle attrezzature o al materiale posseduto dalla Mediavisuale, o commetta altre gravi mancanze nei locali della stessa, o utilizzi attrezzature per atti ritenuti illeciti, viene, con provvedimento del responsabile della struttura, escluso temporaneamente o definitivamente dall’accesso alla stessa.

Art.4) L’accesso alla Mediavisualeè libero. La prenotazione per l’uso degli spazi e delle attrezzature che lo richiedano, è obbligatoria per tutti gli utenti. Lo staff provvederà a soddisfare le prenotazioni in base alle esigenze degli altri utenti e a quelle dei servizi.

Art.5) Nessun utente potrà uscire dalla Mediavisualesenza aver restituito il materiale ricevute in consultazione o che ha utilizzato nei locali della struttura. È data facoltà al responsabile della struttura, se giustificate ragioni lo rendono necessario, di chiedere una verifica del tipo d’utilizzo delle risorse messe a disposizione e dello stato delle stesse.

Non sarà ammesso il prestito di beni ad utenti individuali, e in nessun caso sarà ammesso o autorizzabile il prestito di attrezzature informatiche della struttura stessa.

Art.6) È permesso in casi particolari, su motivata proposta del responsabile e previa approvazione da parte del Dirigente, il prestito del materiale strumentale della Mediavisualesolo ad organizzazioni aventi fini culturali ed educativi, Università, scuole, enti locali, comuni, associazioni senza scopo di lucro. Tale servizio di prestito è svolto durante gli orari di apertura al pubblico. Il materiale sarà consegnato solo dietro presentazione della prescritta autorizzazione e di un apposito modulo di richiesta.

La durata del prestito sarà determinata in relazione al tipo di beni e al loro uso, in ogni caso non potrà superare i tre giorni per quanto riguarda i materiali audiovisivi e multimediali. Il destinatario del prestito che riceve in uso il bene deve controllarne l’integrità e lo stato di conservazione e far presente immediatamente al personale addetto, a proprio discapito, le mancanze ed i guasti eventualmente riscontrati.

Il materiale deve essere riconsegnato in buono stato, nelle condizioni in cui lo si è ricevuto. È fatto obbligo di segnalare i guasti o inconvenienti di funzionamento per permettere il ripristino dei materiali a beneficio dell’utenza.

Art.7) È ammessa, su autorizzazione del Dirigente, sentito il parere del responsabile del Centro, la richiesta di duplicazione dei soli documenti audiovisivi o di programmi software prodotti dalla Mediavisualee comunque non sottoposti a vincoli derivanti dalla legislazione vigente sul diritto d’autore. Gli eventuali costi relativi alla duplicazione sono a totale carico del richiedente. È fatto obbligo al responsabile, di esigere e controllare, in ogni caso, che durante l’intero procedimento di duplicazione o riproduzione siano scrupolosamente osservate tutte le cautele necessarie per evitare deterioramenti delle opere delle quali si esegue la copia.

Per il procedimento di duplicazione o riproduzione il responsabile del Mediavisualepotrà prevedere l’assistenza specializzata di un operatore del Centro stesso.

 

Sono comunque esclusi dal prestito:

I beni strumentali o i loro accessori il cui spostamento ne può pregiudicare il buon funzionamento;

Il materiale per il quale il donatore abbia vietato il prestito;

Tutto quel materiale che, per particolari condizioni di utilizzazione, fa parte di un insieme il cui funzionamento senza esso ne verrebbe pregiudicato;

Le enciclopedie, i dizionari, e in genere le opere di consultazione o di frequente uso, il software di sistema o singoli applicativi la cui licenza d’uso preveda esplicitamente la non cedibilità, anche momentanea, a terzi, i nastri, le copie di backup, e quant’altro, in dotazione alla struttura sia destinato ad uso esclusivo della Mediavisuale e non soggetto a consultazione o accesso da parte dell’utenza.

Art.8) Allo scopo di agevolare il pubblico nell’uso della struttura, la Mediavisualepotrà mettere a disposizione dei frequentatori una guida che informi sulla consistenza delle raccolte in essa conservate, sui suoi servizi e sulle norme che la regolano.

  • La Mediavisualesarà fornita dei seguenti documenti:
  • Schedario dei beni strumentali;
  • Registro cronologico d’ingresso delle opere e dei titoli multimediali;
  • Registro dei beni dati in prestito;
  • Schedario delle manutenzioni e degli aggiornamenti;

 

Art.9) Competono allo staff della Mediavisuale: la gestione e responsabilità diretta del Centro stesso; la sovrintendenza delle operazioni tecnico-scientifiche inerenti la conservazione, valorizzazione, incremento, uso e razionalizzazione del patrimonio strumentale e documentario. La responsabilità generica sul patrimonio strumentale e documentario; il compito di elaborare i programmi di sviluppo del servizio; il coordinamento e il controllo sull’attività burocratico – amministrativa relativa alle attività della struttura.

Per quanto non previsto nel presente Regolamento si applicano le norme generali vigenti in materia.

  1. Condizioni di utilizzo del materiale audiovisivo

La Mediavisualeistituisce il servizio di prestito del materiale audiovisivo che costituisce patrimonio della struttura.

Art. 1) In linea con i limiti imposti dalla legislazione vigente, la Mediavisualevincola il prestito del materiale audiovisivo a patto che siano trascorsi almeno tre anni dalla data di “primo esercizio di distribuzione” (L. 633-/1941-; L. 248/2000, art.69; D.L. 68/2003, art. 9).

Art. 2) Sono escluse dal prestito le opere di particolare pregio, valore e rarità, nonché il materiale non catalogato e tutto quanto la struttura ritenga di dover sospendere dal servizio di prestito a scopo cautelativo.

Art. 3) Per non impoverire il patrimonio audiovisivo a disposizione degli utenti in sala, è possibile prendere in prestito un’opera (vhs, dvd o cd-rom) alla settimana. La durata massima del prestito è di 3 giorni, festivi compresi. Tale durata non è rinnovabile. Non è possibile restituire le opere al di fuori degli orari di apertura.

Se il giorno di restituzione cade di giorno festivo la restituzione dovrà avvenire nel primo giorno lavorativo utile successivo al giorno di restituzione.

Art. 4) Ogni giorno di ritardo nella consegna dei documenti comporterà una sospensione dal prestito di 7 giorni a partire dal giorno di restituzione dell’opera. Se il ritardo è pari o supera i 3 giorni la sospensione sarà di 30 giorni. Per ritardi ancora superiori, fatte salve le sanzioni di cui sopra, l’amministrazione si riserva il diritto di sospendere permanentemente l’utente da servizio di prestito, e di procedere ad ulteriori azioni di tutela del patrimonio presso le autorità competenti.

Art. 5) La perdita o il deterioramento del materiale da parte dell’utente comporta la sospensione dal servizio di prestito fino all’avvenuto risarcimento del danno. Tale risarcimento consisterà nella sostituzione dell’opera, in versione identica o superiore a quella smarrita o deteriorata, qualora essa sia reperibile in commercio. In caso contrario, il risarcimento verrà stabilito dai responsabili della Mediavisuale, sempre in relazione al presunto valore del materiale.

Art. 6) La Mediavisualedeclina ogni responsabilità circa l’utilizzo improprio, o al di fuori dei termini consentiti dalla legge, dei documenti da parte degli utenti.

Art.7) Per gli studenti dell’ISISS Magarotto si rimanda a specifica convenzione e regolamento.

  1. Penali

L’uso scorretto dei servizi e il mancato rispetto del regolamento può comportare:

  • interruzione della sessione di consultazione
  • sospensione o esclusione dal prestito
    • denuncia alle autorità competenti

 

Nel caso di materiale danneggiato o perduto, dovrà essere reintegrato dall’utente con altro esemplare della stessa fattura tecnica o edizione o, se questo non si trovi in commercio, al versamento di una somma equivalente al suo valore di mercato o a quello determinato, secondo i parametri di mercato, dal responsabile della Mediavisuale. La somma introitata sarà destinata all’acquisto dello stesso bene (o di bene equivalente per funzionalità) o, in caso di impossibilità, destinata all’acquisto di altro bene necessario. In ogni caso il richiedente s’impegna ad utilizzare il materiale ottenuto in prestito con ogni cura e a riconsegnarlo nelle condizioni in cui lo ha ricevuto dopo l’utilizzazione entro e non oltre la data stabilita, pena la sospensione dai servizi della Mediavisuale. In osservanza alla legislazione vigente è vietato riprodurre materiali audiovisivi o programmi software. I materiali audiovisivi presi in prestito dovranno essere utilizzati con finalità culturali e didattiche e non potranno essere proiettati in pubblico senza le necessarie autorizzazioni. È vietato prestare ad altri le opere ricevute in prestito. Chi trasgredisce tale norma viene escluso dal prestito e resta responsabile della sorte dei beni.

[1]

 

Ai sensi dell’art.13 del Decreto Legislativo n.196\2003, recante disposizioni sul nuovo “Codice in materia di protezione dei dati personali” si informa che i dati da Lei forniti formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza. Tali dati verranno trattati per finalità istituzionali e divulgative esclusivamente connesse all’attività del Centro. Il trattamento dei dati avverrà mediante utilizzo di supporto telematico o cartaceo idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza. In relazione ai precedenti trattamenti Lei potrà esercitare i diritti di cui all’art.7 del D.lgs n. 196\2003 (cancellazione, modifica, opposizione al trattamento)


Vai avanti

3. Servizi

La Mediavisuale, attraverso il suo staff, offre numerosi servizi gratuiti sia in presenza sia a distanza, all’utenza che ne faccia richiesta. Presso il nostro Centro è possibile leggere libri propri o appartenenti alla biblioteca, fare ricerche tra i nostri titoli attraverso il catalogo online, richiedere materiale cartaceo o multimediale in prestito o in consultazione, chiedere una consulenza o un servizio di tutoraggio per l’elaborazione della tesi, utilizzare le postazioni informatiche con accesso internet.

Le persone sorde anziane possono anche avvalersi di un microservizio di assistenza specifica e per restare sempre informati sulle nostre attività è possibile chiedere di ricevere la nostra newsletter periodica.

Chiunque lo desideri può sottoporre all’attenzione del Centro proposte intese a migliorare le prestazioni dei nostri servizi scrivendo a mediavisuale@issr.it.

L’accesso alle sale per la pubblica lettura è consentito a tutti gli iscritti che abbiano compiuto il 14° anno di età. I minori di 14 anni devono essere accompagnati da un adulto.

 Per accedere alla sala lettura è necessario firmare il registro di ingresso e depositare un documento che verrà restituito all’uscita.

 È facoltà del responsabile di sala concedere eventuali deroghe.

La consultazione è consentita a tutti i cittadini che abbiano compiuto il 14° anno di età, i minori di 14 anni devono essere accompagnati da un adulto.

 Per avere accesso alla consultazione è necessario compilare gli appositi moduli e depositare un documento che verrà riconsegnato alla restituzione del materiale richiesto. 

 La distribuzione del materiale avrà termine 30 minuti prima dell’orario di chiusura della Mediavisuale. 

 Si possono fare massimo quattro richieste per volta per un totale di quattro volumi. 

 Ogni lettore, prima di uscire dalla Mediavisuale, è obbligato alla restituzione delle opere ricevute in consegna.

 È possibile tenere i libri in deposito presso la Mediavisuale, il deposito scade sempre il venerdì della settimana corrente. 

 Le opere dei fondi speciali sono date in visione secondo la normativa che regolamenta il fondo. 

 I manoscritti, le pubblicazioni antiche, rare e di pregio e le opere in cattivo stato di conservazione sono date in visione a tutti gli utenti interessati, per finalità di studio, eventualmente sotto diretta sorveglianza del personale della Mediavisualee previa autorizzazione.

 È facoltà del responsabile concedere eventuali deroghe.

Il prestito è consentito a tutti gli iscritti maggiorenni con recapito stabile in Italia.

 Per avere accesso al prestito è necessario compilare gli appositi moduli e depositare un documento che verrà riconsegnato alla restituzione del materiale richiesto.

 La restituzione deve avvenire il giorno stesso 30 minuti prima dalla chiusura della Mediavisuale. 

 Sono escluse dal prestito le seguenti opere:

  1.  i manoscritti 
  2. tutte le opere a consultazione diretta quali dizionari, enciclopedie, atlanti, repertori 
  3. i periodici 
  4. i microfilm 
  5. le opere precedenti l’anno 1900 
  6. le pubblicazioni antiche, rare e di pregio, quali volumi con illustrazioni speciali come carte di tavola di valore o carte ripiegate 
  7. le opere dei fondi speciali o soggette a vincoli giuridici
  8.  i volumi di cui il donatore o il testatore ne abbia vietato
  9.  il prestito le opere in cattivo stato di conservazione. 

Le opere dei fondi speciali sono date in visione secondo la normativa che regolamenta il fondo. Per avere accesso al prestito di materiale multimediale è necessario compilare il modulo di richiesta in tutte le sue parti. Il prestito del materiale multimediale ha una validità di 3 giorni, con l’esclusione dei software didattici il cui prestito ha validità di 5 giorni. Sono esclusi dal prestito materiali rari o in cattivo stato di conservazione, il materiale dei fondi speciali è soggetto alle regole specifiche del fondo. 

 È facoltà del responsabile concedere eventuali deroghe. 

 Sono ammessi al prestito interno tutti i dipendenti dell’Istituto, dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma e del 173° Circolo Didattico.

Il prestito è consentito a tutti gli iscritti maggiorenni con recapito stabile in Italia. 

 Per avere accesso al prestito è necessario compilare gli appositi moduli e depositare un documento che verrà riconsegnato alla restituzione del materiale richiesto. 

 La restituzione deve avvenire il giorno stesso 30 minuti prima dalla chiusura della Mediavisuale. 

 Sono escluse dal prestito le seguenti opere:

  1.  i manoscritti 
  2. tutte le opere a consultazione diretta quali dizionari, enciclopedie, atlanti, repertori 
  3. i periodici 
  4. i microfilm 
  5. le opere precedenti l’anno 1900 
  6. le pubblicazioni antiche, rare e di pregio, quali volumi con illustrazioni speciali come carte di tavola di valore o carte ripiegate 
  7. le opere dei fondi speciali o soggette a vincoli giuridici
  8.  i volumi di cui il donatore o il testatore ne abbia vietato
  9.  il prestito le opere in cattivo stato di conservazione. 

 Le opere dei fondi speciali sono date in visione secondo la normativa che regolamenta il fondo. Per avere accesso al prestito di materiale multimediale è necessario compilare il modulo di richiesta in tutte le sue parti. Il prestito del materiale multimediale ha una validità di 3 giorni, con l’esclusione dei software didattici il cui prestito ha validità di 5 giorni. Sono esclusi dal prestito materiali rari o in cattivo stato di conservazione, il materiale dei fondi speciali è soggetto alle regole specifiche del fondo. 

 È facoltà del responsabile concedere eventuali deroghe. 

 Sono ammessi al prestito interno tutti i dipendenti dell’Istituto, dell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma e del 173° Circolo Didattico.

Il catalogo è la raccolta ordinata del materiale posseduto dalla Mediavisuale. L’organizzazione in cataloghi serve ad effettuare ricerche all’interno del materiale della biblioteca e a trovare facilmente i libri e gli altri materiali che gli utenti desiderano consultare. 

 Nella sezione risorse è possibile trovare bibliografie e raccolte tematiche utili a guidare l’utente nello studio e la ricerca.

 Da qui è possibile accedere a due diversi cataloghi: 

- Catalogo on-line della Mediavisuale(RML-35, Polo Alessandrino)
Il catalogo delle biblioteche pubbliche statali di Roma, dal quale è possibile cercare in rete i testi cartacei posseduti dalla nostra biblioteca. 

-  Catalogo OPAC-SBN
Il catalogo on-line del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) a cui tutti possono accedere per cercare un libro nelle 4000 biblioteche italiane collegate al Servizio Bibliotecario Nazionale.

La Mediavisuale offre servizi di consulenza e informazione bibliografica e documentaria a tutti gli iscritti sia in presenza che in remoto. Il servizio è su richiesta e su appuntamento scrivendo a biblioteca@issr.it.
La Mediavisuale offre assistenza e tutoraggio per la compilazione di tesi di laurea e di dottorato rivolto agli studenti sordi. Il servizio è offerto indistintamente anche a tutti gli studenti che intendano affrontare un elaborato che tratti argomenti correlati alle attività istituzionali della Mediavisuale.

 Il servizio viene offerto direttamente o avvalendosi di collaboratori esterni ed è offerto nei limiti imposti dallo svolgimento delle attività del Centro. In nessun caso la Mediavisuale è responsabile dei risultati accademici conseguiti. 

 È facoltà della Mediavisuale rifiutare il servizio qualora non ricorrano le condizioni di competenza, conformità o necessità previste. 

 Il servizio è su richiesta e su appuntamento scrivendo a biblioteca@issr.it ed è completamente gratuito.

La Mediavisuale offre a tutti gli iscritti un servizio di assistenza informale di mediazione linguistica e tecnologica per persone sorde e specificatamente per le persone sorde che hanno compiuto il 50° anno di età. 

 Per ottenere il servizio è sufficiente rivolgersi al personale di sala durante l’orario di apertura. Il servizio è offerto in forma gratuita e nei limiti di tempo e capacità del personale.

 In nessun caso la struttura è da considerarsi responsabile nei confronti dell’utente, unico responsabile dei propri atti.


Vai avanti

4. Attività

Uno degli obiettivi principali della Mediavisuale è quello di raggiungere pari opportunità nell’accesso e nella fruizione del patrimonio culturale e informativo per le persone sorde. Questo impegno viene perseguito attraverso i servizi offerti quotidianamente dal Centro ma anche attraverso le nostre molteplici attività rivolte al pubblico sordo e udente.

Per questo organizziamo laboratori, eventi e incontri – sempre accessibili alle persone sorde – capaci di coinvolgerli direttamente non soltanto come spettatori ma anche come soggetti attivi e produttori di cultura e realizziamo progetti speciali a carattere occasionale o ricorrente, come il Festival Internazionale del Cinema Sordo CINEDEAF e l’evento annuale  “Testimonianze Silenziose“.

La Mediavisuale organizza ogni anno un fitto calendario di eventi culturali gratuiti e sempre accessibili in LIS. Incontri con l’autore, presentazioni di libri e altri prodotti culturali, incontri con l’editoria e di invito alla lettura, mostre, visite guidate, proiezioni, seminari, workshop, tavole rotonde e altre occasioni di incontro ritenute utili al perseguimento delle proprie finalità istituzionali. Tra gli eventi che produciamo direttamente segnaliamo: 

 Incontri con l’autore 

 Finalizzati alla presentazione delle più importanti novità editoriali legate alla sordità e al mondo dei Sordi.

 È possibile proporre il proprio lavoro perché venga inserito nel calendario delle presentazioni scrivendo a biblioteca@issr.ite inviando due copie dell’opera proposta. Le copie inviate verranno inserite nel patrimonio della biblioteca e in nessun caso verranno restituite. 

 Libri viventi 

 “Libri viventi” sono le persone in carne e ossa che si rendono disponibili a raccontare la propria storia a partire da un aspetto della propria identità. Sono uomini e donne che raccontano se stessi rispondendo alle domande dei lettori, sono pezzi di vita raccontati da particolari categorie di persone verso le quali, troppo spesso, nutriamo pregiudizi infondati: omosessuali, ex detenuti, zingari, stranieri, disabili e molto altro.

 La Mediavisuale organizza incontri con i “Libri viventi” presso i propri locali oppure offre a chi ne faccia richiesta la possibilità di incontrare nella propria biblioteca Libri viventi che raccontino la sordità. 

  Nuove Tecnologie

Le nuove tecnologie e il contributo che queste apportano alla qualità della vita delle persone sorde, specialmente per l’abbattimento delle barriere comunicative, è sempre stato uno dei focus della nostra attività. Organizziamo incontri con realtà che propongono prodotti e servizi tecnologici e tavole di discussione con esperti sordi in campo tecnologico. Chi intende proporre la presentazione di un prodotto o servizio tecnologico in favore delle persone sorde, o un approfondimento per conoscere il funzionamento di specifiche applicazioni tecnologiche può scrivere a mediavisuale@issr.it. 

  Giornata della donna 

 Da diversi anni ormai celebriamo la Giornata Internazionale della Donna, l’8 Marzo, coinvolgendo realtà attive nel campo dei diritti e della storia delle donne.

 La finalità dell’iniziativa è quella di diffondere conoscenza e consapevolezza tra tutte le donne e, in particolare, tra le donne sorde, rendendo accessibili approfondimenti culturali e aprendo al dialogo multilinguistico e multiculturale tra le donne.

 Raccogliamo proposte per presentare all’interno della giornata progetti, iniziative e prodotti tesi a promuovere e raccontare il ruolo delle donne nella nostra società. 

 Alcuni tra i nostri maggiori eventi come ‘CINEDEAF – Festival Internazionale del Cinema Sordo’ e ‘Testimonianze Silenziose’ sono cresciuti e divenuti ormai dei veri e propri progetti speciali (link al paragrafo ‘progetti speciali’).

Dedichiamo un’attenzione speciale alle attività educativo-didattiche, soprattutto per i più piccoli.

A tal fine organizziamo attività laboratoriali per diffondere la conoscenza del patrimonio culturale, per promuovere lo scambio e la socializzazione, per imparare a utilizzare la ‘Biblioteca’ come luogo vivo e per motivare i giovani, sordi e udenti, alla lettura come fonte di piacere e occasione di crescita personale. 

 Dal trasferimento nei nuovi spazi al 1° piano dell’Istituto abbiamo avviato diversi laboratori (Cake Design, Booktrailer, …) e abbiamo intensificato le attività in collaborazione con le scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I e II grado. 

 I nostri laboratori vengono svolti all’interno della Sala “Fabrizio Bellocchio”, che raccoglie letture per ragazzi/e, libri in lingua italiana e in lingua dei segni, testi narrativi, racconti per la prima infanzia, graphic novel e fumetti.

 Per proporre un laboratorio o per avviare uno dei nostri percorsi educativi scrivi a mediavisuale@issr.it

In autonomia o in collaborazione con altri enti e organizzazioni la Mediavisuale realizza progetti e iniziative speciali. Alcuni di questi progetti hanno un inizio e una fine, mentre altri hanno carattere ricorrente, tra questi ultimi ricordiamo: 

 TESTIMONIANZE SILENZIOSE 

Testimonianze Silenziose è un progetto nato nel 2010 per conservare la memoria delle discriminazioni e dello sterminio dei sordi durante gli anni dei totalitarismi europei del Novecento. Facendo proprie le indicazioni dellaRisoluzione ONU 60/7 – “Holocaust Remembrance”, ogni anno, in occasione del Giorno della Memoria, organizziamo un seminario pubblico durante il quale vengono resi accessibili e proiettati documentari internazionali incentrati sulle testimonianze dei sopravvissuti sordi. La liberazione del campo di sterminio di Auschwitzè il simbolo di una riflessione collettiva sulla tragedia dell’Olocausto, sulla sua genesi e sulla consapevolezza che la memoria dell’accaduto sia un potente mezzo per impedire il ripetersi di tali eventi. Negli anni la riflessione sull’Olocausto ha travalicato i confini del campo di sterminio e si è trasformata in un modello per una più ampia riflessione sulla tolleranza, la comprensione reciproca e il dialogo interculturale. Nel corso degli anni l’iniziativa ha assunto rilevanza nazionale, come dimostrano le numerose repliche in altre città italiane, coinvolgendo tanto la comunità sorda che un ampio pubblico di persone udenti. In particolare, l’affermarsi a livello nazionale di Testimonianze Silenzioseha determinato due importanti sviluppi: da un lato, il crescente successo di pubblico e la continuità dell’evento hanno trasformato il seminario in una tradizione riconosciuta e, di conseguenza, in un vero e proprio mausoleo immateriale dove si riunisce periodicamente la comunità sorda italiana;dall’altro, la struttura aperta, compartecipata e itinerante del progetto ha dato l’avvio a un importante lavoro di recupero della memoria delle persone sorde che hanno vissuto quei terribili anni. Tanti i compagni di viaggio che ci hanno accompagnato in questi anni tra cui l’associazione Olokaustose il Centre Simon Wiesenthal–Europe, la Fondazione Franca e Franco Basaglia, la Sapienza Università di Roma, Verena Krausneker e Katharina Schalberdell’Università di Vienna, il Rochester Institute of Technology, l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, la Cooperativa Le Farfallee l’UNICEF. 

 Testimonianze Silenziose è anche un laboratorio per le SCUOLE.

 SE VUOI PORTARE TESTIMONIANZE SILENZIOSE NELLA TUA CITTÀ O NELLA TUA SCUOLA SCRIVI A mediavisuale@issr.it  

 Referente: Luca Des Dorides 

CINEDEAF

Cinedeaf è il Festival Internazionale del Cinema Sordo. Emanazione dell’Istituto Statale per Sordi, si tiene a Roma ogni due anni e ha come obiettivo principale l’inclusione delle persone sorde e la valorizzazione delle loro potenzialità e professionalità nel settore cinematografico. Dalla sua nascita, nel 2012,Cinedeafrappresenta una vetrina di respiro internazionale e un importante spazio di incontro culturale, per tutti.

 Il Festival, unico nel suo genere, porta in Italia il meglio della scena del Deaf Cinema(Cinema Sordo), vale a dire la produzione di registi sordi provenienti da tutto il mondo, a cui si affianca una sezione di Cinema e Sorditàdedicata ai registi udenti che si sono misurati, attraverso generi differenti, con questa tematica. Cinedeaf ha anche una sezione interamente dedicata alle Scuole, perpromuovere tra i giovani sordi e udenti la scoperta e l’utilizzo del mezzo visivo per comunicare ed esprimere se stessi.

 Finanziato negli anni dalla Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturalie dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, il Cinedeaf è supportato da diversi sponsor e partner, ed è possibile grazie alla passione e all’impegno dei numerosi volontari che vi lavorano.

 PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL FESTIVAL e le sue precedenti edizioni: www.cinedeaf.com– cinedeaf@issr.it 

 Referente: Francesca Di Meo 

*** Di seguito un elenco dei principali progetti seguiti direttamente dal nostro team negli ultimi anni:

 Il Lazio per Tutti, Costruire una rete di materiali e informazioni accessibili alle persone sorde– Finanziato da Regione Lazio (2009) 

 Didattica Specializzata, Trasformazione del corso di aggiornamento teorico-pratico di didatticaspecializzataper alunni sordi in modalità blended-learning rivolto ai docenti di ogni ordine e grado– Finanziato da Fondazione Nando Peretti(2011) 

 Palazzo Massimo in Lingua dei Segni, video-guida di Palazzo Massimo in Lingua dei Segni Italiana e in Lingua dei Segni Americana(2012). Applicazione gratuita per tablet e smartphone (disponibile su market Google Android e Apple iTunes) dedicata ai visitatori sordi italiani e stranieri. Promossa dal Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma in collaborazione con la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi Roma Tre e il nostro Istituto ha vinto, il 6 giugno 2014, il Premio Europeo di Eccellenza per il Turismo Accessibile. 

Figli di un dio minore (2015), adattamento in LIS del testo, casting degli attori sordi, realizzazione di workshop e laboratori tra giovani sordi e professionisti del mondo del teatro finalizzati alla messa in scena dello spettacolo teatrale “Figli di un dio minore”di Mark Medoff per la regia di Marco Mattolini con Giorgio Lupano e Rita Mazza. Il noto testo teatrale, da cui è stato tratto l’omonimo film, è stato portato in scena per la prima volta in Italia grazie a una co-produzione Artisti Associati Gorizia e Officine del Teatro Italiano, e alla collaborazione dell’ISSR. Lo spettacolo, presentato in Prima Nazionale al Festival Teatrale di Borgio Verezzi (Premio Camera di Commercio Riviere di Liguria) ad agosto 2015, ha avuto finora numerose repliche nelle principali città italiane, tra cui Roma (Sala Umberto) e Bologna (Teatro Duse), Torino (teatro Erba) e Milano (Teatro Franco Parenti). 

 Soundless Japan, Cultura Sorda in Giappone (2015).Tra maggio e giugno 2015 in collaborazione con l’Istituto Giapponese di Cultura sono stati realizzati due progetti culturali: 

La memoria senza suono – fotografie di Koji Inouea cura di Hajime Inoue, figlio dello scomparso fotografo sordo giapponese autore degli scatti e presente a Roma per la prima retrospettiva europea sull’artista. 

Il teatro Kyogen nella lingua dei segni del Japanese Theatre of the Deaf(tour europeo 2015) con lecture-demonstration, seminari e due rappresentazioni teatrali. 

Tribes (2015), consulenza e supporto alla messa in scena accessibile e al casting allo spettacolo di Nina Raine per la regia di Elena Sbardella, presentato per la prima volta in Italia il 2 e 3 novembre al Teatro Belli di Roma all’interno della Rassegna curata da Rodolfo di Giammarco “Trend, nuove frontiere della scena britannica” e in programma al Teatro Piccolo Eliseo dal 6 al 24 gennaio 2016. 

MOOC “Thinking of Studying Engineering?” (2016). Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma3 lanciato il suo primo MOOC (Massive Open Online Course), un corso online gratuito e aperto a tutti, grazie alla selezione per il bando del MIUR(Talentitaly.it). Il progetto nasce con l’idea di fornire alle future potenziali matricole – ma non solo – uno strumento utile a scegliere in modo più consapevole di intraprendere gli studi di Ingegneria. Grazie alla nostra collaborazione le 24 video-lezioni di matematica e i 4 video di orientamento alla Facoltà sono state rese accessibili mediante LIS e sottotitoli. Per accedere al corso: http://mooc.ing.uniroma3.it/moodle/ 

Diamo un segno (2016).

 Progetto finanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio per la realizzazione di una serie di azioni tese all’inclusione sociale e all’invecchiamento attivo delle persone sorde sul territorio regionale. Un presidio tecnologico presso il Circolo anziani “Tommaso Silvestri”; un programma di incontri sul territorio promossi da un gruppo di giovani sordi per insegnare in modo informale ed esperienziale, agli anziani sordi, l’utilizzo delle tecnologie digitali per la comunicazione e un Help Desk strutturato e permanente, presso il Centro di documentazione dell’Istituto stesso, in grado di gestire richieste e rispondere a problematiche più complesse.

Vai avanti

5. Risorse

Bibliografie

Bibliografia ragionata sull’Istituto Statale Sordi di Roma:

Boggi-Bosi Giulio, Il R. Istituto per i Sordomuti dall’ospizio di Termini alla sede di via Nomentana, Roma 1939

Donnino P. A. G., Cenni storici del R. Istituto pei Sordomuti di Roma, Roma 1898

Donnino Alfonso Gerolamo, L’arte di far parlare i sordomuti dalla nascita e l’abbate Tommaso Silvestri: memorie, Mario Armanni, Roma 1889

Lazzerotti C., Disegno Storico del R. Istituto Statale dei Sordomuti, Roma 1927

Maragna Simonetta (a cura di), L’Istituto Statale dei Sordi di Roma. Storia di una trasformazione, Kappa, Roma 2004

Maragna Simonetta, Vasta Roberta (a cura di),Il manuale dell’Abate Silvestri. Le origini dell’educazione dei sordi in Italia, Bordeaux, Roma 2015

Morichini Carlo Luigi, Degl’Istituti di Pubblica carità ed istruzione primaria e delle prigioni in Roma, Vol. 2, Roma 1842.

Porcari Li Destri Giulia, Volterra Virginia (a cura di), Passato e presente. Uno sguardo sull’educazione dei sordi in Italia, Gnocchi, Napoli 1995

Zatini Franco, Storia degli istituti e dei complessi scolastici per non udenti, Servizio Documentazione non udenti, Firenze 1991

Cataloghi

Da questa sezione è possibile scaricare il vecchio catalogo cartaceo per autore e per sezione (2007); il catalogo delle Tesi; il catalogo delle nostre riviste e altre collezioni particolari disponibili presso il Centro.


Vai avanti

6. Contatta la Mediavisuale











**
**