Print bookPrint book

Dipartimento Formazione

Site: Piattaforma ISSR
Course: Piattaforma ISSR
Book: Dipartimento Formazione
Printed by:
Date: Sunday, 17 November 2019, 6:09 AM

1. Descrizione

Negli ultimi anni, l’ISSR ha migliorato e aumentato l’offerta formativa, dando concrete risposte alle nuove e continue richieste di persone interessate ad approfondire e continuare la loro formazione in questo ambito. In quest’ottica l’Istituto cerca di sopperire alle carenze di servizi sul territorio, puntando alla formazione di persone altamente specializzate, ma anche al sostegno delle famiglie con bambini sordi.

Il Dipartimento Formazione dell’Istituto Statale per Sordi di Roma (ISSR), nasce dalle profonde trasformazioni avvenute negli ultimi anni, in particolare dalla nuova connotazione che oggi riveste l’Istituto di Ente di supporto all’integrazione dei sordi (art.21, comma 10 L. n. 59 del 15.03.1997). Il termine formazione racchiude diversi significati che si sono stratificati, ma anche rinnovati, con il cambiamento, di fatto, dalle esigenze degli utenti dell’Istituto e del nuovo e sempre crescente interesse verso il mondo della sordità.

In questo rinnovato clima di interesse e sostegno alla sordità, il dipartimento formazione occupa una posizione rilevante in quanto è chiamato a fornire risposte concrete ai nuovi bisogni degli operatori e di tutte le persone che vogliono specializzarsi nella Lingua dei Segni Italiana.

L’ISSR è l’unico ente pubblico a occuparsi delle persone sorde. In quanto tale fa riferimento al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Per questo i percorsi formativi dell’Istituto sono, ipso facto, riconosciuti e si pongono come parametri per la validazione della formazione di qualsiasi altro soggetto che attivi corsi di Lingua dei Segni Italiana.

La lingua dei segni italiana: un'opportunità per tutti

La Lingua dei Segni Italiana (LIS) è la lingua visivo-gestuale usata dalla Comunità dei sordi italiana. Gli studi condotti sulla LIS negli ultimi anni hanno dimostrato come acquisizione, strutture e funzioni di questa lingua siano paragonabili in tutto e per tutto a quelle di qualunque lingua storico-naturale; e come, al tempo stesso, essa sia autonoma e distinta dall’Italiano e da ogni altra lingua dei segni.

Vai avanti

2. La piattaforma e le nuove sfide per il futuro

l'accessibilità alla formazione

La piattaforma e-learning utilizzata dall’Istituto Statale per Sordi è Moodle, l’acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment (ambiente di apprendimento dinamico, modulare, orientato ad oggetti).

Moodle fa parte della categoria di software definiti Learning Management System o Virtual Learning Environment, e consiste in un’aula virtuale utileper la creazione e gestione di corsi completamente on-line (elearning) o in presenza e a distanza (blended learning).

Mentre un corso totalmente elearning può essere utile per l’apprendimento di conoscenze tecniche specifiche (leggi, regolamenti…), la metodologia blended, principalmente utilizzata dall’Istituto, copre aree di formazione più ampie poiché permette al discende di non avere un apprendimento passivo dietro lo schermo di un computer ma anche di discutere con gli altri corsisti o con l’insegnante durante gli incontri o, viceversa, di commentare, su forum dedicati, le attività e le lezioni in presenza.

 

Un metodo d’insegnamento e apprendimento favorito da Moodle è senza dubbio il Cooperative Learning, o Apprendimento Cooperativo, che valorizza l’apprendimento di gruppo portando i membri dello stesso ad aiutarsi reciprocamente per raggiungere obiettivi comuni, sentendosi corresponsabili del reciproco percorso.

Inoltre la figura del tutor assume un ruolo di facilitatore e organizzatore delle attività, strutturando “ambienti di apprendimento” in cui gli studenti, favoriti da un clima relazionale positivo, trasformano ogni attività di apprendimento in un processo di problem solving di gruppo, conseguendo obiettivi la cui realizzazione richiede il contributo personale di tutti.

 

Per l’insieme di queste motivazioni l’Istituto Statale per Sordi di Roma ha deciso, a partire da Luglio 2012, di espandere questo servizio da un solo corso, didattica specializzata per alunni sordi, a tutti i corsi di formazione in lingua dei segni italiana.

In particolare, la collaborazione degli studenti è favorita mediante l’utilizzo dei seguenti strumenti:

 

  • Forum – Rappresenta il luogo deputato al confronto comune e alle discussioni di vario genere. I forum possono essere programmati in vario modo e gli interventi essere anche oggetto di valutazione;
  • Chat – strumento di messaggistica sincrona che può essere utilizzato per incontri didattici o semplicemente per passatempo;
  • Messaggi interni – permette lo scambio di messaggi privati tra i vari partecipanti al corso, docenti e organizzatori compresi.