Ricerca e progettazione

3. Progetti

3.1. Internazionali

Signed Safety at Work (2018-2021) - 2018-1-UK01-KA202-048037

Il progetto “Signed Safety at Work” (SSaW), co-finanziato dall’Unione Europea e inquadrato all’interno del programma Erasmus +, punta a favorire la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro di persone sorde e/o udenti straniere. Partito a novembre 2018, durerà complessivamente 30 mesi, prevede la costruzione di un vocabolario in segni (lingua dei Segni Internazionale – IS e lingua dei segni italiana - LIS) comprensivo di circa 200 termini essenziali sulla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Il partner capofila, l’Università di Wolverhampton (Regno Unito), conta la collaborazione di 6 partners fra i quali anche l’Italia. Nel dettaglio gli attori coinvolti, oltre all’Istituto Statale Sordi Roma (ISSR), sono: l’Universitaet Klagenfurt (Austria); Searchlighter Services Ltd- Bistrol (Regno Unito); Bellyfeel Media Limited- Salford (Regno Unito); Asociacion Empresarial de investigacion Centro Tecnolgico del Muebley la madera de la region de Murcia (CETEM)- Yecla (Spagna); Vyzkumny ustav bezpecnosti prace, v.v.i- Pragu (Repubblica Ceca). L’obiettivo del partenariato, sovrapponibile con quello del progetto stesso, è facilitare la comunicazione durante le emergenze sui posti di lavoro caratterizzati dalla presenza di forti rumori e/o che impiegano persone sorde o udenti straniere. L’uso di una lingua mimico-gestuale che sia comprensibile a prescindere dalla provenienza della persona e utilizzabile in ambienti di lavoro rumorosi come quello del cantiere o dell’industria manifatturiera dovrebbe favorire la comprensione reciproca in caso di emergenza. Nello specifico l’ISSR sta lavorando allo sviluppo del vocabolario “Health & Safety sign vocabulary”, attraverso la collaborazione con personale specializzato in accessibilità, emergenza e primo soccorso. Per l’ISSR, il gruppo di lavoro conta 7 persone, di cui 5 sordi: Luca Rotondi e Marta Zuddas (Ass. Emergenza Sordi), Gabriele Gianfreda, Manuel Muzzurru, Mirko di Marco e Jeric Pisec, oltre alle coordinatrici Maria T. De Monte e Paola Gregori. Il prodotto risulta conforme alla direttiva Europea 89/391 sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Le fasi successive del progetto prevedono la pubblicazione di uno strumento e-learning finalizzato alla formazione del personale interessato, obiettivo specifico di cui si occuperà il partner austriaco. Referenti del progetto: dott.ssa Maria T. De Monte (ISSR - project manager), Paola Gregori, ASPP (Addetta ai Servizi di Prevenzione e Protezione)